Benvenuti nel sito di
INGEGNERIA FORENSE

 
Associazioni Ingegneria Forense
 

L’Ingegneria Forense applica i principi e i metodi scientifici dell’Ingegneria alla soluzione dei problemi tecnici in ambito giudiziario.

Per sua natura, essa coniuga l’Ingegneria con la Giurisprudenza, ovvero la Tecnica con il Diritto. Al contrario di quanto è accaduto per la Medicina Legale, già ampiamente riconosciuta dalla comunità scientifica e da quella professionale, l’Ingegneria Forense ha avuto pieno riconoscimento solamente una ventina d’anni fa negli Stati Uniti d’America e muove appena i primi passi in Europa.

L’Ingegnere Forense è dunque quel professionista che, in senso lato, indaga sulle cause e sulle responsabilità di un evento dannoso mentre, in senso stretto, opera come Consulente Tecnico di Ufficio o di Parte, in un procedimento giudiziario. Egli, pertanto, analizza  i motivi più probabili per cui si è verificata una prestazione diversa da quella attesa e sulle sue origini. Il problema oggetto di indagine può essere costituito da un dissesto, da un difetto, da un danno o da un guasto verificatosi per qualunque tipo di costruzione o di prodotto. Tale disciplina investe tutti i campi dell’Ingegneria: accanto al più noto settore civile (rivolto ai dissesti, ai crolli, all’estimo, all’edilizia), esiste un settore industriale denso di attività forensi importantissime come, ad esempio, quelle riguardanti l’ambito meccanico, quello chimico e quello elettrico.

L’Ingegneria Forense costituisce attività diffusa nei Paesi anglosassoni ove su iniziativa  delle società d’Assicurazioni e di talune Industrie, si sono sviluppati enti e associazioni che ne promuovono l’evoluzione e la diffusione. Essa, pur essendo materia attualmente poco nota al di fuori dell’ambito professionale (non appartenendo al novero degli insegnamenti tradizionali ed essendo trasversale rispetto a discipline di differente estrazione) può offrire notevoli prospettive di inserimento nel mondo del lavoro.

La materia, affidata per il passato ad iniziative personali e riguardata alla stregua di Arte, è stata recentemente oggetto di un tentativo di codificazione, con l’obiettivo di conferirle il lignaggio di Scienza. Nel contempo, una professione appannaggio per il passato di pochi iniziati che si tramandavano massonicamente le regole del “mestiere”, è divenuta oggetto di insegnamento universitario per la formazione di nuove figure professionali altamente qualificate e non più autoreferenziate ma dotate di credenziali obiettive e certificate.

In Europa e, segnatamente in Italia, tale disciplina ha visto la luce ufficialmente in data odierna ad opera dell’Università degli Studi di Napoli Federico II che, con Decreto Rettorale n. 2784 ha istituito un Master in Ingegneria Forense di secondo livello. Si tratta di un’iniziativa, unica in Italia e in Europa, finalizzata a formare una nuova categoria professionale di ingegneri, civili o industriali, altamente specializzati nell’attività di Consulenza Tecnica per l’Autorità Giudiziaria o di Consulenza Tecnica di Parte.

Per promuovere la diffusione dell’Ingegneria Forense, oltre che lo scambio di conoscenze e di esperienze maturate da esponenti del mondo accademico, liberi professionisti, funzionari di amministrazioni pubbliche, operatori di aziende private, giuristi e magistrati, nei rispettivi settori di competenza vengono promossi periodicamente Convegni IF CRASC dedicati specificamente ai temi dell’Ingegneria Forense e dei CRolli, Affidabilità Strutturale, Consolidamento.

Ulteriore obiettivo è quello di far nascere la figura professionale dell’Ingegnere Forense, definendone le competenze e regolamentandone l’attività. Tali iniziative sono finalizzate, però, anche a favorire una nuova sinergia tra ingegneri, avvocati e magistrati per contribuire a una migliore amministrazione della Giustizia e ad una più diffusa Legalità.

   

SEDE

Dipartimento di Strutture per l'Ingegneria e l'Architettura
Università degli Studi di Napoli Federico II
via Claudio, 21 - 80125 Napoli
tel. 081.7683102
fax 081.7685921
e-mail: ingegneria.forense@unina.it